Tornano le “Tentazioni” del Casino di Venezia

Tentazioni Casino Venezia

Il Casinò di Venezia riapre il suo Salone delle Feste e lo fa per ospitare uno degli show più originali del momento, con il racconto in una magica serata, il piacere della ristorazione e dello spettacolo uniti all’arte e all’appagamento dei sensi.

Tentazioni è un’esperienza sensoriale fatta di eleganza e piacere, di food&entertainment dedicato a un pubblico che cerca una serata intensa e dalle atmosfere uniche, in una location d’eccezione come quella di Ca’ Vendramin Calergi.

Sono oltre 50 i membri del cast artistico coinvolti a vario titolo nell’evento, dalla cucina al ricevimento, tutti impegnati nel nuovo show di Nu’Art, con la direzione artistica di Gabriele Rizzi e con la direzione dell’area food affidata agli chef del Ristorante Wagner, proprio di Ca’ Vendramin Calergi.

Informazioni sull’evento:

09/12/2017 – Restaurant & Allure Cabaret dalle ore 20.30

Il prezzo di € 150.00 con cena comprende:

– Aperitivo di benvenuto

– Posto a tavola durante il dinner show Tentazioni

– Serata con Dj set a seguire

Dalle ore 23:30 circa After Show al costo di 50,00 euro a persona, che comprende la consumazione di un premium drink. È obbligatoria la prenotazione telefonica o via email visto il limitato numero di posti.

Per informazioni e prenotazioni:

Casinò di Venezia Meeting & Dining Services Srl

Tel. 041 5297230-231

Ca’ Vendramin Calergi: storia e offerta della sala da gioco veneziana

Il Casinò di Venezia ha la sua storica sede a Ca’ Vendramin Calergi, un sofisticato ed elegante teatro per i giochi più classici ed amati. Nato nel 1638, questo storico Casinò affacciato sul Canal Grande di Venezia si è subito affermato come centro di intrattenimento a livello internazionale.

In realtà è solo dagli anni Cinquanta che si è trasferito in questa sede, perfetto esempio di stile patrizio rinascimentale, in passato residenza di dogi e ultima dimora veneziana del celebre compositore Richard Wagner.

Oggi Ca’ Vendramin Calergi è uno dei più eleganti palazzi che si affacciano sul Canal Grande ed è senza dubbio uno dei casinò più lussuosi d’Italia.

L’intrattenimento proposto in questa sala da giochi dalla storia unica ed incredibilmente lunga, prevede un’offerta di gioco veramente ampia e potremmo dire completa, dai tavoli francesi a quelli americani e alle più spettacolari ed amate slot machine. Ad arricchire ulteriormente l’offerta riservata agli ospiti della struttura c’è poi il rinomato Ristorante Wagner, che occupa alcune delle più belle sale del Palazzo, il Salone delle feste al piano nobile e l’incantevole giardino con affaccio sul Canal Grande, la principale via d’acqua della città lagunare.

A Ca’ Vendramin Calergi si può giocare con la Roulette Francese, Fair Roulette, Chemin de Fer, Midi Trente et Quarante, Black Jack, Caribbean Poker, Punto Banco e con moltissime colorate slot machine di ultima generazione.

Nel corso dell’anno questo casino ospita i campionati internazionali di Chemin de fer, gare di Roulette francese e anche tornei internazionali di Poker Texas Hold ’em, sempre molto frequentati.

Dal 1999 l’offerta del casinò di Venezia s’è poi ulteriormente arricchita e diversificata, con la nascita, vicino all’aeroporto Marco Polo, di Ca’ Noghera, il primo Casinò all’americana nel nostro Paese.

Facilmente accessibile in auto da alcune delle principali direttrici del nord-est d’Italia, è una moderna struttura di oltre 5000 mq con un parco slot da 600 macchine ed altri innovativi giochi.

Vi si trovano una sala tavoli da 1000 mq che offre il meglio dei giochi americani (Fair Roulette, Black Jack e Poker), ma anche Punto Banco e Chemin de Fer. Inoltre la struttura vanta una poker room dedicata al Texas hold ’em poker, che organizza periodicamente avvincenti tornei. Cinque giorni a settimana, in questa poker room è possibile partecipare ad emozionanti tornei giornalieri.

Nella nuovissima sala San Marco c’è uno spazio totalmente rinnovato di oltre 1000 mq, nel quale è possibile giocare a Fair Roulette, Black Jack, Caribbean Poker, Punto banco, Roulette Francese e Chemin de fer.

Per tutti i giocatori più esigenti, che cercano un intrattenimento completo, non solo con giochi innovativi, ma anche concerti, eventi, ristorazione e vantaggiose promozioni, questo casinò è senza dubbio molto interessante.

Casino Venezia

I futuro del Casino di Venezia tra luci e preoccupanti ombre

Nonostante eventi come “Tentazioni” e la vastissima offerta di giochi, arricchita ulteriormente, negli ultimi anni, grazie alla sede di Ca’ Noghera, indubbiamente la stagione attualmente attraversata dal casinò di Venezia non è tra le più facili.

La concorrenza crescente dei casino online, come netbet.it, si fa indubbiamente sentire. Il problema non è però solo questo. Oggi è molto più facile accedere, comodamente da casa propria, a moltissimi giochi, pienamente legali e sicuri, ma oltre alla concorrenza dell’online, il casinò veneziano paga problemi gestionali.

Da lungo tempo ci sono tensioni tra il Comune e i dipendenti della struttura, non è facile trovare un punto di incontro tra flessibilità, tutela dei diritti ed esigenza di far quadrare i conti.

Negli ultimi 10 anni le entrate della sala da gioco sono sostanzialmente dimezzate, nonostante un piano di ricapitalizzazione del valore di 7 milioni di euro, la situazione rimane critica e molto tesa, anche come emerge da recenti dichiarazioni del Sindaco. Il futuro di Ca’ Vendramin Calergi appare più che mai incerto.

Tra le recenti “bombe” sganciate dal primo cittadino Luigi Brugnaro ha fatto molto rumore la seguente dichiarazione: «Se la causa promossa dai sindacati del Casinò al Tribunale del lavoro in questi giorni per annullare il contratto e il regolamento che abbiamo approvato a luglio dovesse essere accolta, saremmo costretti immediatamente a chiudere la sede veneziana di Ca’ Vendramin Calergi e a mettere in mobilità 150 lavoratori per l’impossibilità di garantire l’equilibrio economico della società, che pure saremmo riusciti a riportare quest’anno in utile, al momento per circa 600 mila euro nonostante le difficoltà, il calo di incassi e gli scioperi. Ci muoveremo già in previsione di questa eventualità: abbiamo già il mandato del Consiglio».

In effetti esistono concrete possibilità che il contratto approvato unilateralmente dal Comune, possa essere invalidato, vanificando così del tutto anche i tagli e i risparmi collegati ad esso. Il sindaco, che peraltro aveva già annunciato che a fine anno avrebbe fatto il punto sull’andamento di Ca’ Vendramin Calergi, ha in sostanza voluto mettere le mani avanti.

venezia041

<p>Storia, eventi e notizie dalla città più bella del mondo</p>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *