Tre Oci Tre Mostre

casa dei tre ociLa Casa dei Tre Oci (tre occhi in dialetto veneziano) è una splendida sede espositiva della Giudecca.

Questo edificio goticheggiante è stato realizzato nel 1913 ed è un perfetto esempio di innovazione nel solco della tradizione, configurandosi oggi come una delle architetture più belle e maggiormente riconoscibili della Giudecca, dalla quale peraltro si può godere di una splendida vista su Pizza San Marco e l’intero bacino.

Tra gli appuntamenti ormai consolidati in questa sede espositiva c’è la fortunata formula “Tre Oci Tre Mostre”, che dopo una prima edizione con ottimi riscontri torna fino al 19 gennaio 2014 a portare in laguna una riflessione quanto mai attuale sul superamento dei generi fotografici, a favore di una maggiore libertà d’espressione.

La nuova mostra, avvia il dibattito al pian terreno, con una selezione di immagini curata da Italo Zannier (fotografo, storico della fotografia e docente universitario), intitolata Il vento folle della fotografia.

Si tratta di un vero e proprio viaggio dentro l’universo fotografico, sovraffollato da immagini che compongono un percorso armonico, ricco di magia e suggestioni. Tra gli aspetti più interessanti c’è il fatto che gli autori delle fotografie sembrano restare sullo sfondo, sono le immagini a parlare per loro e a dialogare con chi le osserva, senza filtri e sovrastrutture.

Nei saloni del piano nobile viene ospitata invece la mostra Suggestioni capresi, 100 anni dopo Diefenbach, con fotografie di Francesco Jodice e Olivo Barbieri, organizzata dalla Fondazione Capri e curata da Denis Curti.

I due artisti contemporanei sono stati chiamati dalla Fondazione Capri per una missione fotografica sull’isola azzurra a partire dalle grandi tele dell’artista tedesco Karl Wilhelm Diefenbach.
L’obiettivo è quello di creare un doppio percorso espositivo, che si snoda in 20 foto di grande formato e si avvale di differenti linguaggi.

Al secondo piano, non troviamo una terza mostra, ma ben tre mostre diverse: TimePersone e L’immagine Sospesa.

Time vuole essere una riflessione sulla definizione di tempo, relativamente alla modernità, alla memoria, all’usura materiale delle cose, ma anche dei sentimenti.

Persone, curata dal Circolo La Gondola, è dedicata alle stampe storiche, con particolare attenzione al ritratto.

L’immagine sospesa, espone invece le opere dei vincitori del Portfolio 2013 e promuove la diffusione della cultura fotografica in Italia, e in particolare a Venezia.

I progetti della Casa dei Tre Oci sono portati avanti in collaborazione con Civita Tre Venezie e con il sostegno di Veneto Banca. Per altre informazioni visitate il sito: http://www.treoci.org

Lorenzo Renzulli

Sono <strong>Lorenzo</strong>, un consulente informatico veneziano specializzato in SEO e web marketing.

Vivo nel sestiere di Cannaregio, sono laureato in Conservazione dei Beni Culturali e da sempre appassionato di arte e storia, in particolare quella di Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *